Press

In quest’area troverete tutti gli articoli che riguardano le attività dell’Associazione "Spazio Libero Onlus" e… Non solo! Infatti, sarà possibile inserire e consultare ricerche come tesi sulla disabilità e aggiornamenti su eventi promossi da altri enti, associazioni o altro, su tutto il territorio nazionale.

Alcuni articoli riportati in questa pagina sono in formato "pdf". Nel caso in cui non si riesca a visualizzare il documento occorre Adobe Reader, scaricabile da qui.

domenica 3 settembre 2017

Nella provincia di Trapani vacanze per disabili sempre più accessibili

La Sicilia è, indubbiamente, una delle regioni più interessanti dal punto di vista turistico. Dalle mete montane a quelle balneari, alla campagna come alla collina o alle città d’arte, l’unico imbarazzo per visitare la Sicilia è quello della scelta. In presenza di disabilità, però, come ben sappiamo, altro elemento da considerare è l’accessibilità, non solo degli alberghi e delle strutture che scegliamo per i nostri soggiorni, ma delle stesse città, spiagge, sentieri e località. Fortunatamente in questi anni anche nelle zone della provincia di Trapani sono stati fatti notevoli passi avanti, ecco perché l’associazione Spazio Libero Onlus, di cui sono la presidente, ha deciso di effettuare una mappatura del territorio trapanese, raccogliendo tutte le informazioni turistiche sul proprio portale web: www.spazioliberoonlus.it. In questo modo sarà possibile reperire in modo semplice e veloce tantissime informazioni sull’accessibilità delle città d’arte, riserve e spiagge come ad esempio la splendida riserva naturale “Grotta di Santa Ninfa” o il servizio “spiagge zero barriere” a San Vito lo Capo e tre Fontane. Inoltre molti lidi, da Favignana a Marsala, offrono gratuitamente l’uso di sedie JOB facilitando lo spostamento in spiaggia e l’ingresso in acqua. In questo contesto mi fa piacere sottolineare che sempre più numerose sono nell’isola le spiagge che si rendono accessibili a tutti anche alle persone in carrozzina. Per il 2017 è stato stilato dall’associazione Sicilia Turismo per tutti l’elenco dei trenta lidi accessibili della regione. Per leggere questo elenco si può consultare il documento Spiagge per tutti accessibili.

In questo articolo mi sono limitata a darvi solo qualche spunto pratico, senza menzionare il cibo, l’accoglienza, i colori e gli odori di questa meravigliosa isola: tutte cose che vanno vissute! Non mi resta quindi che augurarvi buone vacanze!

a cura di Paola Gandolfo
SALEMI - 2 AGOSTO 2017 -  lachiocciola.csraias.it

sabato 8 luglio 2017

Salemi, una notte romantica “Con thè in love al buio”

SALEMI. In occasione dell’evento “LA NOTTE ROMANTICA nei borghi più belli d’Italia” che si terrà quest’anno il 24 giugno, l’Associazione Spazio Libero Onlus con il patrocinio gratuito del Comune di Salemi, propone una speciale degustazione: “Con thè in love al buio”.

Sorseggiare una tazza di thè può trasformarsi in un’esperienza straordinaria, scoprendo nuove dimensioni, in modo sorprendentemente semplice. L’obiettivo è quello di sperimentare come la percezione della realtà e la comunicazione possano essere molto più profonde e intense in assenza della luce. I partecipanti potranno mettersi alla prova stimolando i propri sensi vivendo un’esperienza divertente, forte e coinvolgente. L’incontro si è svolto al Caffè letterario di Palazzo Torralta in piazza Alicia dalle 21,30 alle 23,30. A far da corona a questo incantevole momento oltre a dolcissima musica e pasticcini ci si è immensi nell’ascolto di passi letterari legati all’essenza del thè, in questo caso il tema era l’amore. Una serata unica per sensazioni uniche!

11-giugno-2017, Partanna Live, di A. M.

domenica 28 maggio 2017

“Mokarta: escursione nell’età del bronzo tra arte e storia”. A Salemi iniziativa di Legambiente


Martedì 25 Aprile 2017

“Mokarta: escursione nell’età del bronzo tra arte e storia”. A Salemi iniziativa di Legambiente

Anche quest’anno Legambiente Sicilia con la Campagna “Salvalarte” promuove e sostiene la valorizzazione del territorio e dei beni culturali nella Valle del Belice. Edizioni che hanno visto sempre di più la partecipazione di persone, associazioni impegnate per valorizzare, denunciare o essere da pungolo ad iniziative che valorizzino ogni singolo monumento.
Nell’ambito della rassegna “Salvalarte Sicilia 2017” le Associazioni: Circolo Legambiente Valle del Belice, Spazio Libero Onlus, Xaipe, con il patrocinio gratuito del Comune di Salemi sono liete di promuovere l’evento; “Mokarta: escursione nell’età del bronzo tra Arte e Storia”. La manifestazione nasce al fine di valorizzare l’enorme patrimonio archeologico della città di Salemi.
Le ragioni di questa scelta sono state generate da alcune riflessioni; da un lato la constatazione della poca conoscenza del sito di Mokarta, dall’altro la consapevolezza che il destino della nostra città sembra, oggi più che mai, legato al recupero del prestigioso patrimonio storico e culturale di essa.
Per ultimo, ma sicuramente non in ordine di importanza, la certezza che il recupero di taluni siti possa costituire una vera e propria occasione di rilancio turistico.
Alla luce di ciò proponiamo il seguente itinerario: Raduno alle ore 9,30 in Piazza Libertà, successivamente il percorso si suddividerà in due momenti:
Prima tappa visita agli scavi di Mokarta, seconda tappa visita al “Museo Archeologico”, sito all’interno dell’ex Collegio dei Gesuiti oggi Polo Museale.
Note informative sul sito archeologico
Nel territorio di Salemi, a pochi chilometri dalla città, è venuto alla luce negli anni scorsi un sito preistorico di rilevante interesse archeologico. Esso si trova in contrada Mokarta, il sito è caratterizzato da un paesaggio collinare che ha favorito, in età preistorica, il sorgere di un grande villaggio e della relativa necropoli.
Le prime indagini, compiute negli anni Settanta, hanno messo in luce sulla collinetta “Cresta di Gallo” una necropoli, costituita da circa un centinaio di tombe scavate nella roccia. Esse presentano una forma a “grotticella”, con pianta circolare e talvolta piccolo dromos (corridoio d'accesso). Un’ altra necropoli di dimensioni più piccole è stata rinvenuta anche nella parte sud-occidentale della collina, sulla cui sommità sono ancora visibili le vestigia del castello d'età arabo-normanna, poco indagate e conosciute, ancora avvolte dal mistero.
Le datazioni delle necropoli e del relativo abitato vanno dal Bronzo Antico al Bronzo Recente, dal XIII al X sec. a. C. circa: si possono perciò inserire nella facies (cultura) di Pantalica Nord – Mokarta. Gli scavi, condotti dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della provincia di Trapani, sono iniziati dal 1994 e a più riprese hanno portato alla luce le strutture abitative.
Questo doveva essere un importante villaggio sicano, che dall'alto della collina dominava i territori circostanti e la cui estensione era probabilmente molto ampia.
Proprio la sua posizione strategica e la sua importanza dovettero essere la causa della sua fine: tracce di incendio dimostrano infatti un repentino abbandono del villaggio nel corso del X sec. a. C. per la rivalità con l'altrettanto importante e vicino ethnos elimo.
Molto suggestivo è stato, in questo contesto, il ritrovamento, in prossimità dell'ingresso, dello scheletro di una giovane donna con un vaso tra le mani che probabilmente rimase schiacciata dal crollo mentre stava scappando.
Una rioccupazione del sito avvenne con ogni probabilità in epoca medievale con la costruzione del castello di cui si è detto sopra e di cui rimangono pochi e confusi resti. Il sito archeologico di Mokarta, seppur poco conosciuto, è uno dei più importanti luoghi dal punto di vista storico e archeologico.
Ecco perché il Circolo Legambiente Valle del Belice in collaborazione con l’associazione Xaipe, l’associazione Spazio Libero Onlus e il comune di Salemi propongono all’interno della rassegna Salvalarte Sicilia l’evento “Mokarta: escursione nell’età del bronzo tra arte e storia”.

APRILE 2017- CASTELVETRANO-NEWS

lunedì 21 novembre 2016

"Uno stupido gradino non può limitare la nostra vita". Onlus Salemi offre 5 pedane ai commercianti

Può un gradino umiliare una persona? Sì e più spesso di quanto si pensi. Da questo dato di fatto parte così la campagna di sensibilizzazione e controllo per uno shopping natalizio senza barriere, promossa dall’associazione Spazio Libero Onlus di Salemi.

"Chiediamo  - che vengano posizionate rampe rimovibili all’ingresso dei negozi, per facilitare l’accesso anche ai clienti con difficoltà motorie e una maggior attenzione da parte dei vigili urbani per rampe e scivoli liberi da auto e scooter». Non c’è cosa più odiosa del menefreghismo, del non riuscire a guardare più in là del proprio naso.
E, con poco, umiliare gli altri. "L’Associazione Spazio Libero Onlus si batte da anni per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Ma ancora oggi nelle nostre città ci si trova di fronte una selva insormontabile di gradini e barriere che complicano notevolmente la vita.
La nostra fotografia degli esercizi commerciali ritrae una città per l’80% inaccessibile e un tasso altissimo di menefreghismo tra automobilisti e centauri".
Ecco allora la richiesta di un’azione di coraggio. "Ci piacerebbe che queste nostre parole potessero scuotere anche solo una coscienza e vedere un negozio che da oggi o domani tiene da parte una pedana rimovibile per farci entrare".
Inoltre: "Chiediamo la concessione gratuita dei permessi per il posizionamento di rampe fuori dai negozi. Ancora una volta L’Associazione Spazio Libero Onlus è pronta a dare il buon esempio offrendo 5 pedane mobili in legno a 5 negozi siti nel centro storico di Salemi.
Ci teniamo a sottolineare – afferma la Dott.ssa Paola Gandolfo presidente dell’Associazione Spazio Libero “queste pedane sono state realizzate e pagate con i soldi che gli stessi cittadini ci hanno offerto attraverso la donazione del 5x1000”.
Questa azione rientra all’interno di un progetto avviato nel 2014 denominato “STOP ALLE BARRIERE DALLA CITTA’ ALLA CITTA”. Spazio Libero è un’associazione no-profit, ogni gesto, evento o progetto nasce al fine di migliorare e facilitare la vita delle persone disabili e non. «
"La nostra autonomia – conclude Gandolfo – non può fermarsi davanti a uno stupido gradino". 
Ecco perché il 26 Novembre alle 10,00 verranno donate le pedane, auspicando che altri commercianti seguono questo gesto. Il nostro appello chiaramente è rivolto anche all’amministrazione comunale affinché venga rifinanziato il piano PEBA
I Piani per l’Accessibilità sono programmi d’intervento – a livello comunale – finalizzati a garantire a tutti gli abitanti, mediante una pluralità di azioni, migliori condizioni nella fruizione degli edifici e degli spazi pubblici. Rappresentano la naturale evoluzione dei Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA), strumento di pianificazione reso obbligatorio dalla Legge 41/1986 e dalla Legge 104/1991.​

NOVEMBRE 2016-CASTELVETRANO-NEWS