Press

In quest’area troverete tutti gli articoli che riguardano le attività dell’Associazione "Spazio Libero Onlus" e… Non solo! Infatti, sarà possibile inserire e consultare ricerche come tesi sulla disabilità e aggiornamenti su eventi promossi da altri enti, associazioni o altro, su tutto il territorio nazionale.

Alcuni articoli riportati in questa pagina sono in formato "pdf". Nel caso in cui non si riesca a visualizzare il documento occorre Adobe Reader, scaricabile da qui.

sabato 17 settembre 2016

"MICROGIARDINO DEI SENSI"


comunicato stampa



"MICROGIARDINO DEI SENSI"

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO E CONSEGNA DELLO SPAZIO

Salemi 9 settembre 2016_h 10.30

Giardino Centro per il cinema indipendente "Kim"


SALEMI. Saranno consegnate le chiavi dell'area esterna e giardino del Centro per il cinema indipendente "Kim" il 9 settembre alle ore 10.30 alle Associazioni “Rotary Club", Associazioni Spazio Libero Onlus, “Vivere con” Onlus e al cittadino Antonino Curia, che lo scorso mese, hanno firmato, in sinergia con l'Amministrazione comunale di Salemi, il Patto di Collaborazione per la realizzazione del suddetto progetto per avviare il progetto "MICROGIARDINO DEI SENSI”.

Il "MICROGIARDINO DEI SENSI" sarà dedicato ai non vedenti, agli ipovedenti, alle persone con disabilità nonché alle scuole del territorio e non. Il giardino avrà, quindi, un ruolo ludico, sociale e didattico e si avvarrà della “terapia orticolturale” mediante le tecniche di riabilitazione “pisco-fisica”. In quest’ottica i profumi, i colori, gli odori, il gusto saranno gli strumenti che insegneranno a conoscere la natura per apprezzarla e amarla.

Un percorso fatto anche di odori e di colori.

"Si vuole - così dice Paola Gandolfo, presidente dell'ass. Spazio Libero Onlus - far nascere un nuovo luogo con lo scopo di sviluppare le conoscenze del mondo della natura attraverso gli stimoli visivi, acustici, tattili e olfattici. Il microgiardino, infatti, sarà strutturato seguento quattro aree: quelle dell’olfatto, dei colori, del gusto, dell’udito e del tatto.  

La tecnica di coltivazione non sarà quella convenzionale con l’uso della terra, ma quella innovativa “IDROPONICA”, senza suolo su substrato inerte (SOILLESS CULTURE) ed acquacoltura statica per facilitare le persone con disabilità nelle operazioni colturali. In questo caso, infatti, le attività saranno seguiti dal dott. Gaspare Leone."

"Per l'Amminastrazione comunale - sottolinea il sindaco Domenico Venuti - la concessione e l'affidamento del giardino del centro Kim alle associazioni “Rotary Club", “Vivere con” Onlus e al cittadino Antonino Curia, rappresenta un ulteriore passo di fiducia verso quei cittadini attivi che si adoperano per il bene della città, così come si è voluto fare con l'approvazione del Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani."


Ufficio Turistico

Piazza Libertà

+ 39 0924 991400



SETTEMBRE 2016-COMUNICATO STAMPA

mercoledì 29 giugno 2016

Vita, la bici si "candida" al premio per la Pace. Grande successo per la "Biciclettata"


Può un semplice gesto di condivisione aprire spazi di pace? 
Spesso assistiamo impauriti, impotenti o indifferenti alle continue notizie che giungono dai mezzi di comunicazione sugli attuali focolari di  guerra. La realtà che ci circonda è sicuramente molto diversa dal passato, tuttavia non possiamo e non vogliamo lasciarci travolgere dall’oblio e dal pessimismo. Alla luce di ciò le associazioni : Spazio Libero Onlus , SPRAR – Solidalia, Comune di Marsala , Comune di Vita , Legambiente Sicilia e Pro Loco Vitese hanno aderito alla campagna internazionale “BIKE THE NOBEL” lanciata dal programma Caterpillar di Rai radio 2. La trasmissione condotta da Massimo Cirri e Sara Zambotti, in onda dal lunedì al venerdì alle 17.30 su Radio2, ha infatti deciso  di proporre come prossimo candidato al premio per la Pace proprio il mezzo a due ruote più usato del mondo. I motivi per cui riteniamo che la BICI sia uno strumento di pace sono molti: la  bicicletta è il mezzo di spostamento più democratico a disposizione dell’umanità, non causa  guerre, non inquina, fa bene al corpo e alla mente. Ecco perché diverse associazioni del territorio con scopi e finalità diverse si sono riunite in un unico grande evento proponendo una staffetta di  sensibilizzazione che unisca “ l’amore per l’ambiente al valore della pace”. Come affermano due dei principali proponenti della manifestazione la Dott.ssa Paola Gandolfo presidente dell’Ass. Spazio Libero Onlus e la Dott.ssa Linda Leo responsabile del centro SPRAR di Vita il messaggio  che si vuole lanciare è : “ciascuno nel proprio piccolo può gettare un seme e fare in modo che  questo seme possa crescere grazie al sostegno di tutti. “INSIEME SI PUO’ FARE DI PIU’ .“La prima tappa svoltasi a Vita (TP) il 12 Giugno 2016 ha visto una numerosa partecipazione di tutta  la cittadinanza , inoltre grazie alla collaborazione di più enti e in particolar modo della Pro Loco Vitese è stato possibile vivere un’esperienza unica !!  
Prossime tappe Gibellina nel mese di Luglio e Salemi nel mese di Settembre.  INSIEME SI PUO’ FARE DI PIU’ !!

GIUGNO 2016-CASTELVETRANO-NEWS

giovedì 17 marzo 2016

Louisse Braille


21-02-2016 L'unione Italiana dei ciechi e degli Ipovedenti sez. di Trapani celebra la prima giornata dedicata a Louisse Braille


Ad Erice il 21/02/2016 è stata celebrata la Giornata nazionale del BRAILLE.


Evento che ricopre a livello nazionale un forte valore simbolico. Pertanto quest’anno l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti sez. di Trapani, ha voluto dedicare ad essa uno spazio sociale, culturale e di sensibilizzazione.



L'Amministrazione Ericina unitamente all'Associazione Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Trapani ha presentato alla Giornata Nazionale del Braille una targa riportante il seguente messaggio di Helen KELLER (scrittrice, attivista e insegnante sordo-cieca statunitense 1880 - 1968):

"C'è un mondo che vede nel buio e parla nel silenzio, desideroso di conoscere, aperto al dialogo, incredibilmente ricettivo e laborioso", questa targa è stata allocata lungo la Via della Pace in Erice, a poca distanza dalle Torri medievali dei Giardini del Balio e dalla Torretta Pepoli, “Faro di Pace nel Mediterraneo".



Alla cerimonia di scopertura della targa hanno presenziato una delegazione dell'Unione italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sezione provinciale di Trapani capeggiata dal Presidente Sebastiano Mancuso, presenti per il Comune di Erice il Sindaco Giacomo Tranchida. Quest’ultimo, dopo aver ringraziato i presenti ed in particolare i rappresentanti delle Forze Armate e dell'Ordine intervenuti, ha evidenziato l’importanza sociale dell’iniziativa ed ha invitato i presenti a trasferirsi al Palazzo comunale.


Lungo il percorso, fra le tipiche stradine acciottolate ericine, è stato possibile apprezzare ed usufruire  dei totem turistici con trascrizione in Braille disseminati nel centro storico. Questi strumenti sottolineano la volontà di investire anche nell'accoglienza turistica dei diversamente abili. L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti è un’associazione con scopi sociali che abbraccia tutto il territorio provinciale; agendo in modo trasversale in tutti i comuni. L’evento concretizzatosi il 21-02-2016 è dunque un chiaro segnale che attesta ulteriormente il diritto di cittadinanza di tutti nei luoghi della cultura. 


L'occasione del condiviso omaggio a Louis Braille, grande inventore del sistema di lettura e scrittura tattile a uso dei ciechi, ha dato spunto agli interlocutori per soffermarsi su un tema di grande attualità individuando le seguenti azioni da svilupparsi in collaborazione:


A) impegno a realizzare una APP promo-turistica per gli smartphone e i tablet  unitamente ad una tiratura di cartine turistiche con indicazioni in braille, pensati per favorire visitatori e turisti necessitosi;


B) valutare l'ipotesi tecnico finanziaria per la produzione in braille del testo storico su Erice, da prospettarsi a turisti e visitatori non vedenti con copie da destinarsi alle istituzioni culturali e alle biblioteche universitarie;


C) acquisire, per il tramite del Tribunale Misure di Sorveglianza di Trapani, idonea autovettura da destinarsi all'UICI - Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti -  per l'erogazione di un servizio di accompagnamento volontario per le esigenze di mobilità dei propri iscritti ciechi.



A partire da queste considerazioni auspichiamo che anche i comuni della Valle del Belice siano disponibili a un percorso di confronto e di sensibilizzazione , al fine di favorire l’avvio di una “cultura accessibile a tutti”.




Paola Gandolfo



Marzo 2016 - BELICE C’E’